Cronaca

Accusato di aver palpeggiato una ragazza, anziano non va a processo per un cavillo burocratico

Airola, anziano accusato di violenza sessuale ma salta il processo perché non fu presentata una regolare querela

Un anziano di Airola evita il processo con l’accusa di violenza sessuale. Nei confronti dell’86enne era stato richiesto il rinvio a giudizio perché accusato di aver baciato e palpeggiato una 26enne, ma il processo non andrà in scena per un cavillo burocratico come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Airola, anziano accusato di violenza sessuale: niente processo, ecco perché

Nella giornata di ieri, giovedì 8 settembre, il gup Maria Di Carl ha deciso il non luogo a procedere nei confronti dell’uomo perché non era stata presentata la querela, ma c’era agli atti solo la denuncia della donna. L’avvocato difensore della donna ha già fatto sapere che presenterà ricorso in Cassazione contro la decisione.

L’anziano è stato difeso dall’avvocato Sergio Rando che ha evidenziato, appunto, la mancanza della querela di parte, ritenuta indispensabile per poter procedere a un rinvio a giudizio. La Procura aveva chiesto il rinvio a giudizio dell’uomo (all’epoca dei fatti aveva 83 anni) che risiede ad Airola, imputandogli il reato di violenza sessuale, per aver molestato una giovane il 25 giugno del 2019 a Montesarchio.

Articoli correlati

Back to top button