Cronaca

Benevento, “corruzione per ottenere appalti milionari nelle autostrade”: arrestati l’ex sottosegretario Antonio Bargone e altri tre

Arresti per corruzione a Benevento, tutti i nomi. Tra questi, c'è Fulvio Rillo, 57enne di Ponte, imprenditore e amministratore

Emergono dettagli sulla vicenda degli arresti per corruzione Benevento. In quattro sono finiti ai domiciliari per una tangente di 460mila euro da pagare in più rate per dei lavori autostradali. Tra questi, c’è Fulvio Rillo, 57enne di Ponte, imprenditore amministratore di fatto delle società gestite da altri componenti della famiglia e operanti nel settore della costruzione e delle infrastrutture stradali, esponente di Confindustria sannita.

Arresti per corruzione a Benevento, i nomi

Oltre a Rillo, sono finiti ai domiciliari:

  • Antonio Bargone, 74 anni, originario di Brindisi e residente a Roma, presidente della società autostrada Tirrenica, in passato sottosegretario ai Lavori pubblici, esponente Pd;
  • Vincenzo Voci, 45 anni, originario di Catanzaro, residente a Roma e contract manager di Autostrade per l’Italia;
  • Gianpaolo Venturi 66 anni di Argenta in provincia di Ferrara, mediatore tra la società autostrade ed i privati.

Le indagini

L’ipotesi di reato contestata è di corruzione aggravata, turbata libertà degli incanti ed emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti in ordine all’aggiudicazione di una procedura aperta indetta da Autostrade per l’Italia Spa per un importo di oltre 75 milioni di euro.

Il provvedimento è stato emesso nei confronti di due incaricati al pubblico servizio, un imprenditore sannita e di una quarta persona che ha assunto il ruolo di intermediario.

Articoli correlati

Back to top button