Cronaca

Droga tra Napoli e Sannio, scatta il blitz: 10 arrestati | I NOMI

Arresti per droga a Benevento: i nomi dell'inchiesta che ha portato all'arresto di 10 persone coinvolte in un giro di spaccio di droga

Emergono i nomi dopo gli arresti per droga in provincia di Benevento. Un vero e proprio blitz antidroga quello andato in scena nelle scorse ore in valle Caudina dove in 10 sono finiti in manette in seguito all’ordinanza emessa dal gip Pietro Vinetti su indagini condotte dalla Compagnia carabinieri di Montesarchio e coordinate dalla Procura come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Arresti per droga a Benevento: i nomi

L’ordinanza ha portato all’arresto in carcere:

  • Maria Rosaria Barbato, 37 anni;
  • Luigi Franco, 21 anni;
  • Giuseppe Duilio, 54 anni;
  • Gaetano Arena, 42 anni;
  • Maurizio Arena, 44 anni;
  • Marco Iovino, 57 anni;
  • Pietro Luciano, 56 anni.

Sono finiti agli arresti domiciliari, invece:

  • Carmine Riola, 31 anni:
  • Pasquale Ercole, 33 anni;
  • Manuel Campanile, 23 anni

L’inchiesta e le indagini

L’indagine, avviata nel novembre del 2020 a seguito di un considerevole aumento dei sequestri di droga, ha consentito di acquisire gravi indizi di colpevolezza. Sono stati così attivati servizi di osservazione, controllo e pedinamenti (OCP), intercettazioni telefoniche, escussione di numerose persone informate sui fatti.

Sono state acquisite le immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti sui luoghi d’interesse e plurimi sequestri di droga. Ed è stata scoperta, così, una fiorente attività di cessione di stupefacente svolta in particolar modo nel centro storico di Montesarchio, da parte di due distinti gruppi di indagati con altri soggetti aventi la funzione di svolgere un ruolo di intermediari.

In particolare ciascun gruppo aveva stabili e permanenti luoghi di smercio dello stupefacente e propri intermediari con il compito di accompagnare la folta schiera degli assuntori, acquirenti della drogae, presso i luoghi d’acquisto, in cambio di denaro o di parte dello stupefacente acquistato.

I presunti autori, tutti di età compresa tra i 21 e i 56 anni, detenevano e cedevano sostanze stupefacenti, prevalentemente crack, marijuana ed hashish, a giovani assuntori, alcuni dei quali anche minorenni, provenienti prevalentemente dall’hinterland della Valle Caudina. Nel corso dell’attività, terminata nel febbraio dell’anno scorso, sono state arrestate, in flagranza di reato, 4 persone.

Tre sono state deferite in stato di libertà. Ventiquattro sono stati i segnalati in qualità di “assuntori”. Sono stati poi sequestrati 20 grammi di cocaina pura, 500 grammi di marijuana e 100 grammi di crack. Notevole il quantitativo di stupefacente oggetto di cessione. Sono oltre 150 gli episodi in provvisoria contestazione.

Nel corso dell’esecuzione presso l’abitazione di uno degli indagati, già destinatario della misura della custodia in carcere, sono stati rinvenuti 200 grammi di cocaina e due pistole detenute illegalmente, una con matricola abrasa e una modificata, oltre munizioni. Per questi reati i Carabinieri hanno proceduto all’arresto in flagranza.

Il provvedimento oggi eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunti innocenti fino a sentenza definitiva.

Articoli correlati

Back to top button