Cronaca

Accoltellò due cinesi, scatta la condanna per un 19enne beneventano

Accoltellò due cinesi: un 19enne della provincia di Benevento è stato assolto dall'accusa di tentato omicidio ma condannato per rapina

Accoltellò due cinesi: un 19enne della provincia di Benevento è stato assolto dall’accusa di tentato omicidio per non aver commesso il fatto ma è stato condannato per rapina a due anni e due mesi di reclusione. Lo ha deciso la sezione penale del tribunale, presidente Simonetta Rotili, giudici a latere Graziamaria Monaco e Roberto Nuzzo.

Benevento, accoltellò due cinesi: condannato

Secondo l’accusa, il giovane era stato responsabile dell’accoltellamento di due cinesi, avvenuto il 7 aprile del 2021 nell’abitazione delle donne, in via Sant’Antonio Abate, a poca distanza da piazza Piano di Corte. Una era stata ricoverata in prognosi riservata per le ferite riportate alla parte posteriore dell’emitorace sinistro (fu dimessa dopo una lunga degenza), mentre l’altra aveva avuto una prognosi di 30 giorni per lesioni a una spalla. Sull’accaduto erano scattate le indagini dei carabinieri della compagnia di Benevento i quali, utilizzando anche le immagini di telecamere presenti in zona, erano riusciti a risalire all’identità di due giovani. Uno, appunto, era Manuel Maturo, l’altro un minore.

Secondo l’accusa i due, con il volto coperto da un cappuccio e armati di coltello, avrebbero minacciato le due straniere per farsi consegnare il denaro. Di fronte alla reazione delle due donne, le avrebbero colpite prima di fuggire. Pur ammettendo di essere entrati nella casa delle due cinesi, i due si erano accusati reciprocamente del ferimento. sostenendo di essersi recati nella casa solo per fare sesso. Lo riporta l’odierna edizione de Il Mattino. 

Articoli correlati

Back to top button