Cronaca

Benevento, blitz antidroga: condannati in nove

Lo scorso 6 aprile era scattato il blitz antidroga della Guardia di finanza nel capoluogo di Benevento: sono stati condannati in nove

Lo scorso 6 aprile era scattato il blitz antidroga della Guardia di finanza nel capoluogo di Benevento: sono stati condannati in nove. Secondo il Mattino, usavano auto a noleggio o intestate a terze persone per rifornirsi di droga a Napoli.

Blitz antidroga a Benevento

24 indagati, di cui 14 beneventani, gli altri sono napoletani. L’imputazione era quella di associazione a delinquere specializzata nella detenzione e spaccio di droga, di tipo cocaina, hashish, marijuana e semi di canapa indiana. Successivamente il sostituto procuratore della Dda Francesco Raffaele aveva chiesto il rinvio a giudizio per quindici indagati che hanno tutti patteggiato.

Condannati 9 sanniti

Condannati nove sanniti: cinque anni a Daniele Pizzone, 27 anni, ritenuto il capo e promotore dell’associazione; 2 anni a Luigi Badioli, 27 anni; 2 anni e 8 mesi a Carmine Ianniello, 30 anni; 3 anni ad Angelo La Montagna, 27 anni, e Grazia Lepore, 45 anni; 2 anni e 8 mesi a Graziano Somma, 31 anni e a Giuseppe Tassella, 37 anni, tutti beneventani; 3 anni a Matteo Ventura, 26 anni, un anno ad Aldo Pugliese, 29 anni, entrambi residenti a Ceppaloni. Per gli imputati del napoletano pene tra i 2 anni e i 4 anni e 8 mesi.

Le indagini

L’inchiesta riguardava fatti che si sarebbero verificati nel 2017 su cui avevano indagato, arrivando alla conclusione di trovarsi di fronte a un’associazione a delinquere composta da due gruppi che puntavano a monopolizzare il mercato di stupefacenti nelle città di Napoli e Benevento. Tra l’altro, i beneventani usavano auto a noleggio o intestate a terze persone per rifornirsi di droga a Napoli, con l’obiettivo di sfuggire alle forze dell’ordine e utilizzavano un linguaggio in codice per i colloqui con gli acquirenti.

Articoli correlati

Back to top button