Shock ad Airola, prende a martellate la moglie e tenta il suicidio: credeva fosse malata

incidente-stradale-benevento

Shock ad Airola dove un uomo ha tentato il suicidio dopo aver preso a martellate la moglie. Era convinto che la donna fosse affetta da un male incurabile

Shock ad Airola dove un uomo ha tentato il suicidio dopo aver preso a martellate la moglie. Era convinto che la moglie fosse affetta da un male incurabile e ieri mattina, intorno alle dieci, ha deciso di farla finita.

Prende a martellate la moglie e tenta il suicidio

Teodoro Ialeggio, 56 anni, ingegnere dell’Eni, in servizio a Candela in provincia di Foggia ma residente ad Airola, ha colpito con un martello più volte al capo la moglie M.R.R., 56 anni, di Airola, casalinga. Poi ha tentato di suicidarsi tagliandosi le vene ai polsi con un coltello.

Ora la donna è ricoverata in gravi condizioni presso la divisione di neurochirurgia del «Rummo» con prognosi riservata. L’uomo è stato arrestato per tentato omicidio aggravato.

I fatti

Ieri mattina è stato lo stesso Teodoro a telefonare il 118. Un’ambulanza ha raggiunto via Annunziata nel centro del paese. Al terzo piano dell’edificio, dove abitano i coniugi, i sanitari hanno trovato il corpo della donna sul pavimento, circondata dal sangue. Sotto shock, a qualche metro dalla donna, l’ingegnere che perdeva sangue dai polsi. Entrambi sono stati soccorsi e, immediatamente, trasportati presso il pronto soccorso dell’ospedale «Rummo». L’uomo era talmente fuori di sé che ha chiesto più volte ai soccorritori dove si trovasse.

TAG