Benevento, omicidio Cosimo Nizza: revocati gli arresti per De Nunzio, Bejaoui e Taddeo

tribunale-sentenza-assoluzione

Revocato l'arresto per De Nunzio, Bejaoui e Taddeo, le tre donne finite lo scorso sabato ai domiciliari per nel processo del caso Nizza

Litigi pregressi e non inerenti al processo sull’uccisione di Cosimo Nizza. Queste sono state le risposte del gip che ha avuto modo di interrogare: Giuliana De Nunzio, Raouda Bejaoui e Annarita Taddeo; le tre donne finite lo scorso sabato ai domiciliari per intralcio alla giustizia, stalking e lesioni personali aggravate.

Omicidio Nizza, revocati gli arresti

Stando a quanto riportano le indiscrezioni, le tre erano tutte parenti di Nicola Fallarino, il 48enne arrestato nel 2009 con le accuse di minacce verbali e materiali ai danni di un testimone e tre dei suoi familiari. L’obbiettivo di Fallarino era quello di costringere a ritrattare le dichiarazioni rese alla Polizia giudiziaria e non confermarle nel corso del procedimento giudiziario.

Il gip ha così deciso di revocare gli arresti domiciliari e applicare, conseguentemente, il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parti lese. Sono stati questi i risultati dell’indagine condotta dalla Squadra Mobile e diretta dal procuratore aggiunto, Giovanni Conzo, insieme al sostituto, Flavia Felaco.