Cronaca

Non riescono ad avere un figlio e picchia la compagna con una canna da pesca: 33enne ai domiciliari

Benevento, picchia la compagna con la canna da pesca: arrestato 33enne. Litigavano per l'impossibilità di concepire un figlio

Attimi di paura a Benevento dove un uomo ha picchiato la compagna con una canna da pesca. Per questo motivo i carabinieri del comando provinciale hanno tratto in arresto un 33enne sannita che dovrà rispondere delle accuse di lesioni e maltrattamenti alla compagna. È accaduto nella giornata di ieri, martedì 19 luglio, quando una lite domestica è sfociata nell’aggressione nei confronti della donna come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Benevento, picchia la compagna con la canna da pesca: arrestato

Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, le violenze fisiche e verbali sarebbero state all’ordine del giorni. I litigi risalirebbero al 2020, quando l’indagato avrebbe iniziato ad andare in escandescenza accusando la compagna di non essere in grado di concepire un figlio.

La coppia – dunque – viveva da tempo una situazione conflittuale. Questa volta l’uomo sarebbe arrivato al punto di prendere una canna da pesca e colpire la donna alle gambe e alla schiena, provocandole lesioni.

L’arresto

Sul posto sono giunti i carabinieri del comando provinciale i quali hanno arrestato il 33enne. La donna, fortunatamente, non ha avuto bisogno di cure ospedaliere ma, dopo l’intervento dei militari, su disposizione del sostituto procuratore Maria Gabriella Di Lauro, l’uomo è finito ai domiciliari e nelle prossime ore comparirà davanti al gip Pietro Vinetti per la convalida dell’arresto.

Articoli correlati

Back to top button