Cronaca

Camorra, le famiglie più potenti a Benevento e provincia: il report aggiornato della DIA

È stata pubblicata la relazione semestrale della Dia che spiega quali sono le famiglie di camorra più potenti della provincia di Benevento in relazione ai primi sei mesi del 2023.

Nel periodo in esame, lo scenario criminale sannita non presenta significative evoluzioni rispetto al precedente semestre. Le costanti attività di contrasto negli anni hanno sensibilmente ridimensionato le storiche organizzazioni camorristiche locali che restano comunque presenti traendo sostentamento dalle più tradizionali attività illecite quali estorsioni, usura e spaccio di stupefacenti.


camorra-famiglie-potenti-provincia-Benevento-report-aggiornato-giugno-2024
Benevento

Camorra, le famiglie più potenti della provincia di Benevento: il report aggiornato

A Benevento, risulterebbe confermata la storica egemonia del clan Sparandeo con la partecipazione subordinata dei gruppi Piscopo-Saccone e Nizza, da sempre attivi nei settori dell’usura, delle estorsioni e dello spaccio di stupefacenti. Nella Valle Caudina, ubicata tra le province di Benevento ed Avellino, permarrebbe l’operatività del clan Pagnozzi sebbene fortemente indebolito dalle costanti attività di contrasto che hanno condotto all’arresto delle sue figure più carismatiche.

Attualmente, il sodalizio risulterebbe retto da uno dei figli ancora liberi del defunto capo storico. Il clan, originario del Comune irpino di San Martino Valle Caudina, ha da sempre esteso la propria influenza criminale nei viciniori Comuni beneventani di Montesarchio, S. Agata dei Goti, Airola ed aree limitrofe ove esercita il controllo delle estorsioni in danno di commercianti e imprenditori locali, del traffico e spaccio di stupefacenti, oltre a riciclare e reimpiegare i proventi illeciti di tali attività.

Redazione L'Occhio di Benevento

Redazione L'Occhio di Benevento: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio