Cronaca

Piantagione di marijuana sulle sponde del fiume Calore, otto arresti

Coltivavano droga sul fiume Calore, otto arresti tra Benevento e Milano. L’attività di indagine è iniziata nel mese di luglio 2020

Otto arresti per droga tra Benevento Milano. A conclusione di un’indagine coordinata dalla Procura di Benevento, i militari della Compagnia Carabinieri di Cerreto Sannita, con l’ausilio dei carabinieri di Milano (Porta Magenta e Porta Monforte), hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal gip, nei confronti di otto soggetti di cui sei residenti nella Valle Telesina e due residenti a Milano, raggiunti da gravi indizi di colpevolezza per reati di coltivazione, detenzione al fine di spaccio e cessione a terzi (anche di minore età), di sostanze stupefacenti del tipo marjuana e hashish, nel periodo da luglio a ottobre 2020.

Coltivavano droga sul fiume Calore, otto arresti tra Benevento e Milano

L’attività di indagine, iniziata nel mese di luglio 2020, ha consentito tramite servizi svolti lungo la sponda telesina del fiume Calore, di individuare 13 piante di cannabis sativa, di altezza media pari a 2 metri, in buono stato di vegetazione con numerose infiorescenze, coltivate in vaso. Nel corso di questi servizi, volti all’individuazione dei soggetti dediti alla coltivazione delle piante, sono stai colti in flagranza del reato di coltivazione, 4 giovani (per i quali si è proceduto separatamente con giudizio immediato). Successivamente sono stati individuati, anche per conoscenza diretta, ulteriori soggetti coinvolti nella coltivazione e cura della stessa piantagione.

Le indagini

Nel prosieguo delle attività investigative sono stati acquisiti gravi indizi di colpevolezza relativi alla consegna di sostanze stupefacenti ai clienti, previo contatto telefonico, ed avvalendosi anche della intermediazione di terzi, in alcuni casi, anche con il recupero della droga; ed ancora sono stati ascoltati i giovani clienti a conferma degli episodi monitorati, tutti segnalati come assuntori alla Prefettura di Benevento; l’individuazione di alcuni soggetti è stata possibile anche grazie alla conoscenza personale da parte della polizia giudiziaria operante.

Articoli correlati

Back to top button