“Liberate Nasrin Sotoudeh”, scatta il flash mob dell’Ordine degli Avvocati sanniti

flash-mob-nasrin-sotoudeh

A seguito dell'iniziative di quest'oggi, l'Ordine degli Avvocati di Benevento fissa la data del flash mob in difesa dell'avvocato iraniano Nasrin Sotoudeh

Il prossimo 7 giugno, presso piazza Santa Sofia, vi sarà un flash mob da parte dell’Ordine degli Avvocati di Benevento per manifestare vicinanza al legale iraniano Nasrin Sotoudeh, condannata dal suo paese a 33 anni di carcere e 148 frustate per il suo lavoro in difesa dei diritti umani e delle donne che protestano contro l’obbligo di indossare il velo.

“Liberate Nasrin Sotoudeh”, il flash mob degli avvocati sanniti

Si tratta di una lotta senza quartiere in difesa dei diritti delle donne iraniane e a protezione del legale Nasrin Sotoudeh, ormai divenuto un simbolo contro l’imposizione del velo nel paese mediorientale. L’avvocato è stato condannato in Iran a 33 anni di carcere e a 148 frustate, a tal proposito, l’Ordine degli Avvocati di Benevento si è inizialmente schierato contro questo inumano provvedimento e – in seguito – ha fissato la data di questo imminente flash mob.

Si tratta di un vero e proprio “ruggito” di sensibilizzazione firmato dall’Ordine e maturato – a seguito di un vertice avvenuto quest’oggi – al fine di divulgare ai cittadini la notizia di questo dramma, stimolandoli, conseguentemente, ad opporsi: «È un’iniziativa aperta a tutti, partita dal basso, che ha l’obiettivo di chiedere la revoca della condanna e la liberazione della collega, che da più parti è stata proposta come Premio Nobel per la pace –  si evince dalle dichiarazioni dell’avvocato Filomena Di Mezza, una delle promotrici del progetto perché la funzione dell’avvocatura è un baluardo di ogni società civile».