Cronaca

Ginecologo morto a Milano, i familiari: “Stefano Ansaldi non si è suicidato” | Un uomo misterioso nello studio

È giallo sul caso di Stefano Ansaldi, il ginecologo morto a Milano lo scorso 19 dicembre. Per i familiari non è stato un suicidio

È giallo sul caso di Stefano Ansaldi, il ginecologo morto a Milano lo scorso 19 dicembre in circostanze misteriose. Per i familiari non  si è trattato di un suicidio: “non è possibile, Stefano amava la vita”.  Sono queste le parole sofferte dei sui parenti che ancora oggi non hanno risposte ai mille dubbi ancora irrisolti.

Ginecologo morto a Milano, i familiari: “Stefano Ansaldi non si è suicidato”

Come riporta anche l’odierna edizione de Il Mattino, sulla morte di Ansaldi, la Procura di Milano si accinge a definire una richiesta di archiviazione dell’ipotesi di omicidio. Resta, per esclusione, la pista del suicidio. Ma c’è un particolare da non trascurare: la presenza di un uomo in visita nello studio del ginecologo. Chi era? Perché un uomo si sarebbe recato diverse volte dal ginecologo senza una donna accanto?

Articoli correlati

Back to top button