Cronaca

Airone cenerino in strada: salvato dai vigili a Montesarchio

Montesarchio, un airone cenerino salvato dalla Polizia. Raccolto con attenzione, è stato attivato il Servizio veterinario

Un airone cenerino salvato a Montesarchio. È accaduto nella mattinata di ieri, sabato 23 luglio, quando una pattuglia della Polizia locale di Montesarchio ha rinvenuto un piccolo pennuto su un’area pubblica.

Montesarchio, salvato un airone cenerino

Raccolto con attenzione, è stato attivato il Servizio veterinario Azienda sanitaria locale Benevento i cui medici hanno riconosciuto il volatile come un piccolo di Airone cenerino, specie rara e protetta. La pattuglia di Polizia locale si è prodigata per il trasporto e ricovero del piccolo presso il Centro regionale Animali selvatici – CRAS di Napoli, ove verrà trattenuto fino alla sua crescita e la remissione in area.

L’airone cenerino

L’airone cenerino (Ardea cinerea Linnaeus, 1758) è un uccello appartenente alla famiglia Ardeidae. Originario delle regioni temperate del Vecchio Mondo, oltre che dell’Africa, è la specie di airone che si spinge più a nord, tanto che in estate è facile incontrarlo lungo le coste norvegesi, ben oltre il circolo polare artico.

Da adulto arriva ad una statura di 90-98 centimetri e un peso compreso tra 1020 e 2073 grammi. L’apertura alare può facilmente raggiungere 1,70 metri. Le sue piume sono grigiastre nella parte superiore e bianche in quella inferiore. Le zampe e il becco sono gialli. L’adulto ha piume nere sul collo e un ciuffo nucale nero molto evidente che si diparte dalla sommità posteriore e superiore dell’occhio. Nei giovani predomina il colore grigio. Non vi sono segni particolari per distinguere le femmine dai maschi; solitamente i maschi sono un po’ più grandi. Come tutti gli aironi, vola tenendo il collo ripiegato a S.

L’airone cenerino si nutre di pesci, rane, girini, bisce d’acqua, crostacei, molluschi, insetti acquatici, piccoli mammiferi e di piccoli di altri uccelli. È attivo sia di giorno che di notte, e per nutrirsi si sposta anche di decine di chilometri dal luogo di nidificazione o dal dormitorio.

Articoli correlati

Back to top button