Cronaca

Uccide il fratello, lo decapita e getta la testa dal balcone: “rispondevo ad una voce misteriosa”

Ho ucciso mio fratello ma non ricordo come” così Benito Miarelli per circa mezz’ora ha ricostruito molto parzialmente l’omicidio del fratello Annibale avvenuto nella tarda serata di mercoledì a Pannarano. Proseguono le indagini per far luce sull’accaduto. Lo riporta l’edizione odierna de Il Mattino.

Omicidio a Pannarano, Benito Miarelli: “Ho ucciso mio fratello, ma non ricordo”

Benito Miarelli ha risposto alle domande del Gip Vincenzo Landolfi sostenendo di aver agito rispondendo ad una misteriosa voce. Ma Benito ha anche aggiunto di non essersi disfatto della testa del fratello. Dichiarazione in contrasto con le testimonianza e con il fatto che i carabinieri hanno rinvenuto il capo della vittima all’esterno dell’abitazione nei pressi di alcuni gradini.

L’interrogatorio ha confermato che l’uomo è attualmente in una condizione tale da mettere in discussione il pieno possesso delle capacità mentali. Nel frattempo gli inquirenti continuano a ricostruire le ultime ore sia della vittima che dell’omicida.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio