Cronaca

Rogo Sapa ad Airola, petizione non discussa: giallo sulla pec e bufera social

A renderlo noto, attraverso un post pubblicato su Facebook, sono i membri del comitato

La petizione del comitato Salute&Ambiente, relativa al rogo nella Sapa dello scorso 13 ottobre ad Airola, non è ancora stata discussa: secondo quanto riportato dal Mattino è giallo sulla pec e bufera social.

Rogo Sapa ad Airola, petizione non discussa

A renderlo noto, attraverso un post pubblicato su Facebook, sono i membri del comitato: “Alla conferenza dei capigruppo di Airola non è stata trattata la petizione popolare proposta dal comitato, da 300 firmatari (cittadini di Airola e della Valle Caudina) e, probabilmente, la stessa non sarà all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale. La motivazione è stata che la pec inviata il 21 marzo con ricevuta di accettazione e consegna non si trovava e quindi la richiesta non è stata istruita nei termini di legge. Intanto, dopo un invio alla segreteria dell’ente delle ricevute di consegna pare sia stata trovata ed è stato assegnato un nuovo protocollo alla richiesta”. Dal comitato precisano che “quanto accaduto è un fatto gravissimo perché lede non solo l’affidamento che i cittadini nutrono nello strumento democratico della petizione quanto soprattutto per la lesione del buon andamento e dell’efficienza della struttura amministrativa dell’ente”.

La preoccupazione

I 300 firmatari chiedono di essere ascoltati in quanto c’è preoccupazione per la salute del territorio e chiedono, tra le altre cose, che “l’Arpac e l’Asl monitorino periodicamente le matrici ambientali e che vengano risarciti gli agricoltori e i cittadini che hanno subito un danno dall’incidente”.

Articoli correlati

Back to top button