Cronaca

Addio ai frati, il convento della Santissima Annunziata chiude dopo 4 secoli

I frati saranno costretti a lasciare ma la comunità dice con fermezza e determinazione "no"

Fine di una storia lunga quattro secoli, il convento della Santissima Annunziata a San Giorgio del Sannio chiude: i frati saranno costretti a lasciare ma, secondo quanto riportato dal Mattino, la comunità dice con fermezza e determinazione “no”.

Fine di una lunga storia, il convento di San Giorgio del Sannio chiude

I frati Minori francescani lasciano il convento della Santissima Annunziata ma tutta la comunità a partire dal sindaco e dall’amministrazione tutta, che ammira l’operato dei frati, sono pronti a battersi per la loro permanenza.

“Affinché possano continuare a dare il loro esempio e i loro insegnamenti per molti anni ancora noi ci batteremo”.

La chiusura

Dopo la partenza, un anno fa, delle ultime monache di clausura della Visitazione, ora vanno via anche i francescani, presenti in paese dall’8 aprile 1687. A prendere questa decidere è stato il nuovo governo della Provincia del Sannio e dell’Irpinia dei Frati minori “Santa Maria delle Grazie”.

La dichiarazione del vice sindaco

“È un’altra perdita dolorosa per la nostra comunità – dice il vice sindaco Maurizio Bocchino – una decisione che ha generato preoccupazione e sconcerto in tutto il paese. Per scongiurare la chiusura del convento e al fine di affermare con forza l’importanza della presenza dei frati sul territorio, avevamo chiesto, nei giorni scorsi, di incontrare il Ministro Provinciale padre Antonio Tremigliozzi, che finora non ha ritenuto opportuno riceverci”.

Il vice sindaco rimarca che “i francescani sono sempre rimasti a San Giorgio anche dopo la soppressione del 1866 ed hanno scritto pagine indelebili della vita cittadina. Sono diventati una istituzione stabile al centro del paese e si può affermare che, ieri come oggi, non vi è famiglia che trovandosi in difficoltà non sia ricorsa o ricorre ai frati per aiuto, per conforto, per consiglio, per ritrovare la grazia di Dio. Confidiamo nel buon senso di tutti e nella possibilità di fare in modo che il convento non chiuda”.

Articoli correlati

Back to top button