Cronaca

Bare nel torrente, ultimi recuperi a rischio ritardi

Bare nel torrente a Sant’Agata de Goti. Sono stati giorni di lavoro duro, anche a causa delle avverse condizioni atmosferiche. Ma le operazioni di recupero sono andate avanti lo stesso per restituire ai familiari le salme finite nel torrente del Vallone Pozzilli a seguito del crollo, verificatosi nella notte di giovedì scorso, di una parte del cimitero di Sant’Agata de’ Goti.

Sant’Agata de Goti, continua il recupero delle bare nel torrente

Adesso, a cinque giorni dal crollo e dallo scempio, restano da mettere in sicurezza soltanto ventotto feretri. “Oggi (ieri, ndr) scrive il sindaco Salvatore Riccio in una nota per tracciare il bilancio delle operazioni svolte ieri – sono stati recuperati e identificati 28 feretri che sommati a quelli già recuperati porta a 103 il totale. Per quanto riguarda il trasferimento nella Chiesa Madre e in altri loculi nella disponibilità di familiari, dei resti mortali tumulati nell’altra ala del blocco Longo 1, oggi (ieri, ndr) sono state effettuate 18 estumulazioni per un totale di 103 dall’inizio delle operazioni di spostamento. I lavori continueranno, senza interruzioni, anche nei prossimi giorni. Restano da recuperare 28 feretri dal blocco franato”.

Annalisa Barra

Annalisa Barra, giornalista del network L'Occhio, è esperta di comunicazione, scrittura Seo, social media e copywriting.

Articoli correlati

Back to top button