Cronaca

Scoperta officina abusiva a Sant’Agata dei Goti, il titolare percepiva il Reddito di Cittadinanza

I finanzieri di Benevento hanno proceduto al sequestro dell'intera area

Scoperta officina abusiva per la lavorazione del marmo a Sant’Agata dei Goti, il titolare era sprovvisto di partita iva e dei permessi necessari, oltre a questo percepiva il Reddito di Cittadinanza. Il titolare dell’opificio, inoltre, dal 2004 aveva accesso all’energia elettrica nonostante l’utenza fosse stata sospesa. I finanzieri di Benevento hanno proceduto al sequestro dell’intera area.

Scoperta officina abusiva a Sant’Agata dei Goti: scatta il sequestro

I finanzieri del Comando Provinciale di Benevento, nell’ambito dell’intensificazione delle attività di controllo economico del territorio, hanno proceduto a sequestro, nel comune di Sant’agata dei Goti, di un’ampia area adibita all’esercizio dell’attività di segagione e lavorazione delle pietre e del marmo.

Nessun permesso

In particolare, i militari della Tenenza di Montesarchio, a seguito di controllo teso ad appurare il rispetto delle vigenti normative previste per la specifica disciplina di settore, hanno accertato che il titolare dell’attività è risultato sprovvisto non solo di partita i.v.a., quindi totalmente sconosciuto al fisco, ma anche delle prescritte autorizzazioni amministrative quali la S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), l’“Autorizzazione Unica Ambientale” istituita dal D.P.R. 13/03/2013 nr. 59 e quelle amministrative previste dal D. Lgs. 152/2006 -Testo Unico Ambiente.

Reddito di cittadinanza

Ulteriori rilevamenti, effettuati nell’immediatezza del controllo, permettevano di accertare che i locali erano stati costruiti abusivamente su di un’area agricola destinata a vigneto. È stato, altresì, constatato -mediante appositi rilievi tecnici –che il soggetto prelevava fraudolentemente, dall’anno 2004, energia elettrica su fornitura cessata, mediante auto attivazione. Il danno arrecato al gestore è in corsodi quantificazione. L’attenzione dei finanzieri sanniti si è poi concentrata sulla verifica di eventuali forme di sostegno pubblico in capo al titolare dell’attivita’, riscontrando che lo stesso è risultato essere percettore di reddito di cittadinanza.

Articoli correlati

Back to top button