Cronaca

Spaccio di droga nella Valle Telesina durante il Lockdown, un arresto e due obblighi di dimora

La donna, insieme ai due giovani, aveva organizzato una rete di distribuzione "porta a porta"

Avevano organizzato una vera e propria rete di distribuzione di droga “porta a porta” durante il Lockdown dello scorso marzo. Nei guai una donna di Frasso Telesino, finita agli arresti domiciliari, e due giovani sanniti raggiunti dal provvedimento di obbligo di dimora per cessione di sostanza stupefacente.

Droga “porta a porta” durante il Lockdown: nei guai tre persone

I Carabinieri di Cerreto Sannita ha dato esecuzione ad un’ordinanza, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Benevento, che ha disposto la misura della custodia cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di una donna di Frasso Telesino (BN), nonché la misura dell’obbligo di dimora nei comuni di residenza di due giovani di San Lorenzo Maggiore e Vitulano per delitti di cessione di sostanza stupefacente, in particolare cocaina, eroina, hashish e maijuana.

Le indagini

L’attività di indagine, iniziata nel mese di marzo 2020, mediante servizi di osservazione e pedinamento, con l’ausilio di attività tecniche di intercettazione telefoniche ed ambientali ed attività di osservazione, ha consentito di acclarare che gli indagati, approfittando del periodo di Lockdown, dovuto all’emergenza pandemica in atto, avevano approntato una vera e propria rete di distribuzione di stupefacenti, mediante la consegna “porta a porta” nell’intera Valle Telesina.

Durante l’attività di indagine si è proceduto complessivamente al sequestro di 160 grammi di stupefacenti tra hashish, marijuana, cocaina ed eroina.

Articoli correlati

Back to top button