Cronaca

Torrecuso, operaio schiacciato da una frana: 6 persone a processo

Tra i coinvolti anche il sindaco Angelino Iannella, committente dei lavori

Torrecuso, operaio schiacciato da una frana in un cantiere. Sei le richieste di rinvio a giudizio, formulate dal sostituto procuratore Maria Colucci, per omicidio colposo e per violazione delle norme di sicurezza sui cantieri. Tra i coinvolti anche il sindaco Angelino Iannella, committente dei lavori.

Operaio schiacciato da una frana in un cantiere a Torrecuso: 6 persone indagate

Come riporta “Il Mattino”, le richieste saranno vagliate il prossimo 23 settembre nell’udienza preliminare davanti al Gup. La vittima è Vincenzo Iannella, 57 anni, di Paupisi, coniugato, con due figli. Un incidente avvenuto l’8 settembre del 2019 mentre a Torrecuso l’operaio stava lavorando per conto di un’impresa impegnata a eseguire interventi su una fogna che serviva l’istituto comprensivo del paese in via Tedesco.

Le persone rinviate a giudizio

Le richieste di rinvio a giudizio sono per:

  • Nina Cerulo, 50 anni, amministratrice unica della “Laepo”, l’impresa che eseguiva l lavori,
  • Robertino Peca, 44 anni, direttore di fatto della società,
  • il sindaco di Torrecuso, Angelino Iannella, 59 anni committente dei lavori,
  • Gerardo Rillo, 59 anni, capo dell’ufficio tecnico comunale,
  • Giuseppe Zotti, 65 anni, socio accomandatario della “Euroscavi e trasporti“,
  • Luigi Zotti, 39 anni, autista dell’escavatore della stessa ditta.

Secondo la ricostruzione della Procura, mentre era in corso uno scavo di cinque metri, l’operaio era stato bloccato da una massa di terreno che lo aveva schiacciato fino a farlo soffocare.

Fonte: Il Mattino

 

Articoli correlati

Back to top button