Cronaca

Video pedopornografici, don Nicola in carcere per una chat

Video e materiale pedopornografici. Don Nicola De Blasio in carcere a Capodimonte a Benevento

Video e materiale pedopornografici. Provato, depresso ma anche rassegnato ad accettare quanto stabilito dall’autorità. Questo lo stato d’animo di don Nicola De Blasio dopo la prima notte trascorsa nel carcere di Capodimonte a Benevento a seguito della notifica del provvedimento del gip del tribunale di Napoli che ne ha disposto la custodia cautelare in carcere, con un aggravamento rispetto alla misura interdittiva già posta in essere dallo scorso 3 novembre nei confronti del sacerdote, arrestato dopo che la polizia postale ha trovato nel suo pc decine di foto e video pedopornografici.

Video pedopornografici, don Nicola in carcere

La motivazione è quella del «pericolo di reiterazione del reato». Ad aggravare la sua posizione, secondo l’accusa, la condivisione, nel mese di febbraio, di un file in una chat oggetto dell’inchiesta portata avanti dalla polizia postale di Torino.

Don Nicola, in tarda mattinata, ha incontrato uno dei suoi legali, Massimiliano Cornacchione (l’altro è Vincenzo Sguera). L’ex parroco di San Modesto e direttore della Caritas di Benevento è stato aggiornato rispetto ai prossimi step della difesa. Intanto, don Nicola è in regime d’isolamento in attesa di espletare tutte le procedure sanitarie legate anche alle attuali norme anti-Covid.

Articoli correlati

Back to top button