Aumento Tari a Benevento, le precisazioni del Comune

aumento-tari

L'incendio dello STIR di Casalduni, secondo l'Amministrazione Comunale, sarebbe la causa dell'l'aumento della Tari a Benevento.

La presidente della Commissione Ambiente del Comune di Benevento, Mila Lombardi ha incontrato i vertici dell’Asia al fine di conoscere le motivazioni che hanno portato all’aumento della Tari a Benevento.

Tari più salata nel capoluogo sannita

Le motivazioni che hanno comportato la revisione della tassa sui rifiuti, da quanto affermato dai rappresentanti della società partecipata, risulterebbero ascrivibili a quella percentuale del costo della tassa dovuto alla voce relativa allo smaltimento dei rifiuti e non allo svolgimento del servizio dell’Asia.

L’aumento della Tari, dunque, sarebbe riconducibile direttamente allincendio dello STIR di Casalduni, che ha comportato, secondo Asia,

 variazioni relative al costo del conferimento; questo è facilmente desumibile dal fatto che prima si conferiva a Casalduni con un prezzo pattuito con la SAMTE, ora si è costretti a conferire la frazione indifferenziata a Tufino in provincia di Napoli ed a Pianodardine in provincia di Avellino, mentre per lo smaltimento della frazione organica si è costretti ad arrivare a Castel San Giorgio in provincia di Salerno e il relativo costo è compreso nel contratti di servizio Asia/Comune.