Benevento, i tre affreschi Sabariani stanno per scomparire: immagini toccanti

Con una certa costanza, ogni anno viene ricordato dai quotidiani di Benevento e dal web che gli affreschi longobardi dei Sabariani rischiano di scomparire. Avvolti spesso e volentieri nel dimenticatoio e rievocati spesso con qualche appello e con qualche protesta, gli importanti affreschi della cripta, salvatasi a seguito del terremoto del Sannio datato 1688 (nello specifico quello che ha letteralmente devastato la “Chiesa San Marco dei Sabariani“) sono una macchia per l’intera provincia.

Benevento, triste agonia per i tre affreschi Sabariani

Per molti è più facile credere agli elfi di Tolkien piuttosto di sperare in una restaurazione da sempre procrastinata. Tuttavia, la “Pesca Miracolosa”, l’antichissimo “Domitio Virginis” e la suggestiva “Teoria delle Teste” sono dei capolavori secondi a nessuno, ma versano in uno stato talmente pietoso che diviene difficile ai più credere che sia plausibile un futuro con loro.

Il tempo ha usurato ogni angolo, qualsivoglia spazio, generando crepe profonde in svariati anfratti delle opere e il loro stato di agonia è in grado di disarmare chiunque.

Il sindaco, la giunta e tutti i tecnici del capoluogo – un tempo allarmati e avvertiti – sono ormai portati dinnanzi a fatto compiuto, ad oggi un intervento tempestino potrebbe limitare al minimo gli enormi danni, ma le ferite che portano gli affreschi storici del IX secolo sono ormai irrimediabili.