Cronaca

Incendio in una fabbrica a San Salvatore Telesino: “Spariti i documenti e i server”

Nella giornata di ieri, la proprietà della «Dermofarma Italia» è intervenuta sull’incendio che ha interessato, lo scorso 26 aprile, gli stabilimenti a San Salvatore Telesino. Sono spariti i server con tutta la documentazione aziendale e una quantità non ancora determinata di materiali e prodotti finiti.

Incendio in una fabbrica a San Salvatore Telesino

«Sulla dinamica dell’accaduto sono in corso indagini che, speriamo, porteranno all’individuazione dei responsabili. Una volta all’interno si rilevava che erano spariti i server, tutta la documentazione aziendale e una quantità non ancora determinata di materiali e prodotti finiti. Siamo stati costretti a essere passivi spettatori di una morte annunciata e anche la giustizia non ha potuto per tempo porre rimedio. Due decreti del Tribunale delle imprese di Napoli, tre decreti di urgenza del tribunale di Benevento, cinque denunce ai carabinieri di San Salvatore Telesino, un esposto al prefetto, sei interventi tra polizia, carabinieri e vigili del fuoco. Questo è quanto siamo stati costretti a fare anziché produrre sanificanti e altri articoli di prima necessità per l’emergenza Covid».

Da ultimo «la beffa di un intervento della procura – continua la proprietà – su esposti prodotti dall’ex amministratore, solo a mandato scaduto. Nonostante tutto lavoriamo per riavviare le attività e rilanciare l’azienda. Il nostro pensiero va naturalmente ai nostri lavoratori e alle loro famiglie. La magistratura e le forze dell’ordine avranno ben presto a disposizione il quadro documentale probatorio, utile a ripristinare le condizioni di proprietà e di operatività».

Articoli correlati

Back to top button