Cronaca

Accoltellato dopo una lite al pub di Montesarchio: è grave

A Montesarchio un ragazzo di 27 anni è stato accoltellato in seguito ad una lite davanti un pub. Il giovane è stato ricoverato in ospedale dopo aver ricevuto 20 coltellate: resta grave Emilio Arpaia. La mamma: “Andremo via”. A riportare la notizia è l’odierna edizione de Il Mattino.

Montesarchio, accoltellato dopo una lite al pub: è grave

Grave aggressione nel Sannio dove un ragazzo è stato rinvenuto dai carabinieri privo di sensi in una piazzola di sosta lungo la strada provinciale. Il ritrovamento è avvenuto in seguito ad una segnalazione per incidente stradale.

Una volta sul posto, i militari hanno accertato che la persona in questione era riversa a terra, gravemente ferita da numerosi fendenti sferrati al torace. Il giovane è stato trasferito in ospedale, in gravi condizioni. I carabinieri hanno poi avviato le indagini riuscendo ad identificare e arrestare un coetaneo.

La dinamica

Secondo quanto ricostruito si tratta di una violenza sfociata da una lite. La discussione violenta tra i due, entrambi di Montesarchio, è avvenuta attorno alla 4 del mattino nella zona della variante, con la vittima trovata in una piazzola di sosta priva di sensi e in un lago di sangue, con numerose ferite al torace. Sono ancora in corso le indagini da parte dei militari.

La mamma: “Andremo via”

Su quanto avvenuto sono rimasti increduli i genitori di Emilio Arpaia, con il papà Agostino noto commercialista del posto, che ha precisato come “l’aggressore non aveva alcuna ferita alla gamba, come invece ha detto”. Inoltre dichiara di aver visto l’aggressore in caserma: “Mio figlio non ha mai usato coltelli o qualsiasi altra arma bianca. Mai – ripete -, anzi è un ragazzo perbene e tranquillo”.

Mentre la mamma del ragazzo, particolarmente sotto shock, ha sfogato la propria rabbia tramite un video postato sui social: “Non è possibile immaginare che mio figlio, 28 anni – spiega – un ragazzo dolce e con una famiglia perbene, sia stato accoltellato da uno che non ha nessuna ragione di vivere e che voleva togliergli la felicità. Voleva ucciderlo, gli ha dato una coltellata al cuore e poi lo voleva anche buttare. Mio figlio non metterà più piede a Montesarchio e nemmeno io. La rabbia è così grande che non so cosa farei in questo momento”.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button