Cronaca

Coronavirus a Benevento, buoni spesa per le famiglie in difficoltà

Emergenza coronavirus a Benevento. Tante le iniziative a sostegno delle persone in difficoltà. Saranno disponibili, per esempio, dei buoni spesa.

Coronavirus a Benevento

La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Clemente Mastella, ha approvato questa mattina un pacchetto di interventi per fronteggiare l’emergenza Covd-19.
Si parte dall’attivazione di un servizio straordinario per la fornitura di n. 263 pasti giornalieri a favore delle persone che versano in stato di bisogno economico conseguente alla crisi determinata dalla epidemia Covid 19 e alla chiusura di intere filiere produttive economiche e di servizi.
I pasti saranno forniti anche alle persone che versano in situazioni di rischio, di abbandono familiare o di emarginazione sociale, purché residenti a Benevento, e ai senza fissa dimora censiti da Protezione Civile, Croce Rossa Italiana, Misericordia di Benevento e Sentinelle della Carità.
E’ stata, inoltre, deliberata la distribuzione di 400 voucher sociali (buoni spesa) quale strumento straordinario ed una tantum di sostegno ai cittadini residenti nel territorio comunale che, per effetto delle misure restrittive finalizzate al contenimento del contagio, sono venuti a trovarsi in condizione di temporaneo disagio tale da pregiudicare la possibilità di garantire il sostentamento minimo al proprio nucleo familiare.
La Giunta ha poi deliberato le linee di indirizzo per la distribuzione dei presidi di protezione. La delibera prevede l’assegnazione dei presidi in via prioritaria:
– alle associazioni e organizzazioni di volontariato impegnate in queste ore nelle attività di assistenza ai cittadini;
– ai medici e pediatri di base della città;
– alle strutture sanitarie operanti sul territorio cittadino;
– alle forze dell’ordine operanti sul territorio;
– alle categorie economiche che assicurano servizi essenziali;
– ai cittadini più bisognosi (attraverso le associazioni e organizzazioni di volontariato più rappresentative e che abbiano tra gli scopi sociali l’assistenza e la beneficenza alle fasce più deboli della popolazione).
La Giunta ha, quindi, deliberato la costituzione dell’Unità operativa per l’emergenza Covid-19 che risulta composto da: Gennaro Santamaria (dirigente dell’U.O. Gabinetto del Sindaco, dell’U.O. Polizia Municipale e dell’U.O. Servizi Sanitari) con funzioni di coordinatore, Maurizio Perlingieri (dirigente U.O. Protezione Civile e Datore di Lavoro D. Lgs. N. 81/2008) e Alessandro Verdicchio (dirigente U.O. Risorse Umane, U.O. Servizi Sociali e Istruzione, U.O. Transizione al Digitale).
Infine, in deroga all’art 72 del Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi (che stabilisce un limite di 12 buoni pasto mensili), la Giunta ha anche stabilito che agli agenti della Polizia municipale e agli altri dipendenti che prestano un servizio strettamente connesso all’emergenza epidemiologica da Covid-19 verranno erogati i buoni pasto effettivamente spettanti in base alla presenza in servizio durante il periodo di emergenza.
Sempre nell’ambito delle iniziative messe in campo per fronteggiare l’emergenza Covid-19, si registra anche il decreto del sindaco Clemente Mastella che nomina come consulente esterno per il supporto specialistico in materia sanitaria il professor Pietrantonio Ricci, ordinario di medicina legale presso l’università “Magna Grecia” di Catanzaro.
Il professore Ricci, che svolgerà l’incarico a titolo gratuito, affiancherà il sindaco Mastella, l’autorità sanitaria locale e l’Unità operativa emergenza Covid-19 nell’individuazione delle misure di contenimento della diffusione del contagio.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto