Cronaca

Consulenze Asl nel Sannio, chiesta condanna a 8 anni per l’ex ministro De Girolamo

Il pm Assunta Tillo ha chiesto una condanna a 8 anni e 3 mesi di reclusione per l’ex ministro dell’Agricoltura Nunzia De Girolamo, che questa mattina è comparsa di fronte ai giudici del Tribunale di Benevento insieme ad altri 7 imputati per rispondere di associazione per delinquere, concussione e utilità per ottenere il voto elettorale.

L’inchiesta riguarda la gestione di appalti e consulenze esterne da parte dell’Asl di Benevento, per la quale, secondo il gip Flavio Cusani, che dispose l’imputazione coatta per l’ex parlamentare del Nuovo Centro Destra, e prima ancora di Forza Italia, De Girolamo sarebbe stata organizzatrice e promotrice di un direttorio politico partitico che avrebbe condizionato nomine e appalti.

Consulenze Asl nel Sannio, l’inchiesta

L’inchiesta risale a 6 anni fa e con Nunzia De Girolamo sono imputati anche gli ex stretti collaboratori Luigi Barone, attuale presidente del consorzio Asi di Benevento, per il quale il pm ha chiesto 6 anni e 9 mesi di reclusione con l’interdizione dall’incarico che ricopre, e Giacomo Papa, da condannare, secondo l’accusa, sempre a 6 anni e 9 mesi. Identica richiesta anche per l’ex direttore generale dell’Asl Michele Rossi.

Per l’ex direttore amministrativo Felice Pisapia, che consegnò una serie di registrazioni di colloqui avvenuti in casa dell’ex ministro, chiesti 3 anni e 4 mesi di carcere. Per l’ex direttore sanitario Gelsomino Ventucci 2 anni e 3 mesi e 2 anni e 8 mesi di reclusione per l’ex responsabile del budgeting Arnaldo Falato. Chiesta anche l’assoluzione per il sindaco di Airola Michele Napoletano.

Le parole di Nunzia De Girolamo

Sono stata zitta per otto anni, continuo a restare in silenzio perchè sono innocente“. Queste le uniche parole di Nunzia De Girolamo, all’uscita del tribunale.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto