Cronaca

Emergenza coronavirus nel Sannio: ecco perchè De Luca ha chiuso Paolisi

Emergenza coronavirus nel Sannio, perchè Paolisi è diventato zona rossa? Secondo quanto riportato nell’ordinanza, esiste “il concreto rischio che il Comune di Paolisi  possa rivelarsi un pericoloso focolaio epidemico”.

Ecco perchè Paolisi è zona rossa

Nel Comune in questione, infatti, è stato individuato un corposo cluster epidemico familiare suscettibile di rivelarsi fonte di diffuso contagio.

Contagi nella stessa famiglia

Alcuni componenti di una stessa famiglia, risultati positivi, sono proprietari e gestori di una attività produttiva del settore di macellazione, di sezionamento e confezionamento di prodotti avicoli ubicata proprio nel comune di Paolisi con circa cinquanta dipendenti che hanno avuto plurimi contatti sia all’interno dell’azienda che nell’ambito del territorio comunale.

I controlli

In seguito al riscontro di ulteriori casi positivi all’interno dello stesso nucleo famigliare, questa ASL ha disposto l’effettuazione di tamponi a tutto il personale dell’Azienda nella giornata di lunedì 6 aprile u.s. Al momento sul totale di 2mila abitanti, risultano positive 17 persone in sorveglianza sanitaria obbligatoria domiciliare e 2 ricoverate presso l’A.O.R.N. “San Pio” di Benevento. Allo stato, considerate le modalità di diffusione del virus e che il Comune di Paolisi è ubicato nel cuore della Valle Caudina e confina con la provincia di Avellino, la diffusione del contagio non può ritenersi sotto controllo – si legge nell’ordinanza.

L’ordinanza completa.

Emanuela Dente

Personalità eccentrica e geniale, e giornalista attenta e scrupolosa. La sua innata curiosità le consente di vivere ogni esperienza in pieno, acquisendo conoscenze e capacità molto rapidamente. La sua vita è una grande avventura. La sua passione è un dono immenso

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto