“Curiamo la Città” di Sant’Agata de’ Goti rivendica il cambio di rotta della Regione, «il Sant’Alfonso Maria De’ Liguori riaprirà»

Sant-Alfonso-maria-de-Liguori-sant-Agata-de-Goti

"Curiamo la Città" il comitato che da sempre si batte a Sant'Agata de' Goti in difesa del "Sant'Alfonso Maria De' Liguori", rivendica il cambio di rotta

Il comitato “Curiamo la Città” di Sant’Agata de’ Goti, che da tempo si batte per difendere il presidio ospedaliero sannita “Sant’Alfonso Maria De’ Liguori” rivendica il cambio di rotta della Regione sul caso correlato all’ospedale.

“Curiamo la Città”, Sant’Alfonso Maria De’ Liguori: il Governatore torna sui suoi passi

«Il governatore Vincenzo De Luca nel 2018 ha predisposto il piano sanitario regionale, il quale prevedeva il disastro del Sant’Alfonso Maria De’ Liguori e della sanità sannita. La nostra lotta ha indotto il Governatore a tornare sui suoi passi, rimodulando il piano. L’intesa tra la Regione Campania, il Ministero della Sanità e il MEF hanno ridisegnato la geografia della sanità campana, nel cui interno si emerge il risultato di una lotta aspra ma accolta con soddisfazione dalle istituzioni».

In conclusione, il comitato sannita è in attesa che il presidio ospedaliero riparta e che i membri di “Curiamo la Città” vengano convocati al più presto. «L’ospedale Sant’Alfonso Maria De’ Liguori certamente riaprirà e restiamo in attesa di essere convocati». Da anni si parlava di un accorpamento con il Rummo di Benevento.