Cronaca

Coronavirus, parla il sindaco di Cusano Mutri “Ho commesso una leggerezza, mi scuso”

Coronavirus, parla il sindaco di Cusano Mutri, Giuseppe Maturo: “Nel diffondere il documento che conteneva i dati del ragazzo di Guardia Sanframondi ho commesso una leggerezza, e mi scuso. Ma le mie intenzioni erano buone”.

Il primo cittadino del comune sannita era finito al centro di un’accesa polemica, per aver diffuso sui social un’immagine che conteneva i dati del giovane di Guardia Sanframondi positivo al covid – 19.

Coronavirus: le scuse Giuseppe Maturo, il sindaco di Cusano Mutri

Il giovane di Guardia Sanframondi, era stato messo in quarantena nei giorni scorsi perchè, secondo quanto raccontato da lui stesso, aveva viaggiato con la 24enne di Caserta risultata positiva al Coronavirus.

Il video

In un lungo post sulla sua pagina Facebook, Maturo spiega le ragioni che lo hanno spinto a commettere una simile leggerezza, violando la privacy del giovane e attirandogli contro ogni tipo di maldicenza, tanto da spingerlo a pubblicare un video messaggio in cui spiegava la sua situazione e si scusava per il caos da lui creato.

La gogna dei social

Molto prima che il militare ci mettesse la faccia, era stato il primo cittadino di Cusano Mutri ad esporlo alla gogna dei social, diffondendo un’immagine in cui si evincevano alcuni dati sensibili del 22enne. Ma Giuseppe Maturo si difende, affermando che quell’immagine circolava già sulle chat e che l’aveva pubblicata unicamente allo scopo di informare i cittadini, ma non si era accorto che ci fosse il nome del ragazzo.

Le scuse

Maturo si scusa con il sindaco di Guardia e gli augura di superare al più presto questo momento difficile

Da ultimo voglio lanciare un grande messaggio di solidarietà al sindaco di Guardia Sanframondi Floriano Panza. So che sta vivendo un momento non facile, ma lo conosco come uomo capace, caparbio e determinato. Sono certo che saprà gestire questa vicenda nel migliore dei modi possibili, come del resto già sta facendo. I popoli di Cusano Mutri e Guardia Sanframondi sono uniti da uno storico legame di amicizia. Le nostre comunità portano il marchio della laboriosità, dell’unità e della mutua solidarietà. Sono certo che insieme supereremo questo momento difficile. Mettiamo la parola fine ad ogni polemica e lavoriamo uniti. Così come il nostro spirito Sannita c’impone!


 

Carissimi,
credo sia opportuno un doveroso chiarimento relativamente alla nota vicenda del documento pubblicato su…

Pubblicato da Giuseppe Maria Maturo su Domenica 1 marzo 2020


 

 

 

Articoli correlati

Back to top button